LE REALIZZAZIONI

IN ARGENTINA

2005

A marzo l'attività scolastica si apre con l'inaugurazione di una nuova classe del Nido, per bambini di 3 anni, sotto la guida di una nuova maestra. I grembiuli per bimbi e maestre con il logo della Macchina dei Sogni ricamato vengono realizzati dalle donne che frequentano il corso di cucito.

2006

A gennaio iniziano i lavori: la struttura si realizza sulle fondamenta già preparate durante la costruzione della prima aula nel 2004. A fine aprile il rustico è concluso. L'edificio viene subito utilizzato anche se i lavori di rifinitura non sono ultimati. Si utilizza del mobilio di emergenza ed alcuni oggetti costruiti dai genitori dei bambini pur di poter usufruire del nido. La struttura viene riconosciuta ed abilitata. Il Nido apre due nuove classi. Il Nido è un servizio offerto alla comunità in modo totalmente gratuito.

1997

Offrire educazione e formazione a bambini in situazione di disagio per motivi economici, psicologici, di emarginazione, di handicap, ecc. Non si tratta solo di mandare i bambini a scuola, ma di aiutarli a superare ogni difficoltà nella vita, di fornire un supporto all'educazione ricevuta a scuola e nel doposcuola tramite tutte le attività formative svolte presso l'associazione, di operare un intervento nell'ambiente familiare ed un lavoro sociale per migliorare le condizioni di vita nella zona, attraverso il controllo psicologico e sanitario, le attività ricreative, le visite a luoghi d'interesse, l'intervento nella loro alimentazione, sia all'interno che all'esterno dell'associazione, con le ripetizioni, il supporto psicopedagogico, le lezioni di inglese, di manualità, ecc...

1998

Gli specialisti nella formazione dei docenti che fanno parte dell'Associazione, decidono di portare avanti il loro lavoro pedagogico a favore della Macchina dei Sogni e creano la Consultoria Pedagogica che organizza corsi di aggiornamento per docenti riconosciuti dal Ministero a livello provinciale e nazionale

2001

Con ulteriori aiuti del Fondo Fao, con altri gruppi e con i fondi raccolti dagli spettacoli teatrali, si inizia la costruzione del secondo modulo.

 

 

2002

 

 

Sul terreno adiacente, di cui l'Associazione ha cura dal 1997, viene creato un Parco aperto al pubblico durante le ore diurne. È l'unico parco in tutta la zona! Durante l'estate viene anche utilizzato per la Colonia estiva della Macchina dei Sogni.

 

 

2003

 

Nasce il progetto per la costruzione di un Nido, per poter intervenire sull'alimentazione, sulla situazione sanitaria e sulla formazione dei bambini fin dai primissimi mesi di vita. Con la collaborazione dell'Associazione di avvocati italiani AxB(www.aperb.com), si inizia la costruzione della prima fase del "Jardin Maternal".

2000

Con i fondi raccolti in Argentina, il ricavato degli spettacoli organizzati dall'Associazione italiana e l'aiuto di altri gruppi ed amici (Albero del Pane-VI, Fasting For Food (gruppo di digiuno solidale impiegati Fao), gruppo UNGW, Saint Stephen School, ecc.) inizia la costruzione del primo modulo su un terreno ricevuto in donazione.

Per far fronte alla grave crisi economica, l’Associazione promuove una serie di attività artigianali per adulti ed il lavoro collettivo della terra. Nasce così il secondo progetto: "Manos a la obra". Si migliora il servizio di merende per i bambini, mirate a rinforzare la dieta alimentare. Si inizia a costruire una biblioteca comunitaria. Si tengono corsi di cucina, di cucito, di ceramica e di elaborazione e trasformazione degli alimenti. Si organizza un guardaroba comunitario (con il vestiario ricevuto in donazione) ed una vendita settimanale dei prodotti e soprattutto aumenta il numero delle adozioni a distanza e dei volontari sul posto!

2004

Nel mese di maggio si apre la classe per bimbi di 2 anni. L'asilo Nido "La Casita de Ughetto", dopo un'accurata verifica del rispetto di tutte le norme e direttive ministeriali vigenti, viene riconosciuto ufficialmente dal Ministero dell'Educazione della Provincia di Buenos Aires.

2007

Si inaugura la classe per bambini di 5 anni della Scuola Materna.

 

 

 

2008

 

 

Creazione della Sala Comune per il Nido e la Materna. L'esterno viene abbellito da decorazioni floreali dipinte da Maria Teresa Serafini con l'aiuto di bambini e maestre.