L'ADOZIONE A DISTANZA

PADRINOS ESCOLARES

L'Associazione è nata come progetto principalmente educativo nel 1997, svolgendo un lavoro presso le scuole di questa zona di Las Quintas/Barrio San Carlos. Dal 1998 inizia il suo progetto "Padrinos Escolares" promovendo le adozioni a distanza con l'intenzione di garantire l'istruzione scolastica a bambini che per diversi motivi si trovano in difficoltà. Non si tratta di bambini orfani,  ma bimbi le cui famiglie vivono una difficile situazione a partire da quella economica. Ma i problemi non sono solo di questa natura, ci sono bambini con problemi di apprendimento, figli di genitori senza alcun studio, carenti di stimoli cognitivi, depressi, malnutriti, con problemi psicologici, con handicap, ecc.

 

Come fa l’associazione a conoscere la situazione ed individuare i bambini o ragazzi in difficoltà? Inizialmente i casi ci venivano segnalati dalle scuole e dalle altre poche istituzioni presenti nella zona. Man mano che l’Associazione sviluppa le proprie radici tra la popolazione, quindi da quando nel 2001 può contare con la propria sede e stabilire anche un ottimo rapporto con la Comunità Indigena Toba, presente nella zona con circa 35 famiglie, è l’Associazione stessa che riesce ad individuare le situazioni di difficoltà. Molte famiglie si presentano chiedendo aiuto e l’Associazione verifica, se non è già al corrente, il reale stato di necessità. Normalmente sono famiglie che tengono alla situazione scolastica dei figli o vogliono cercare un futuro, una possibilità di vita migliore per i figli. Dal 2004, cioè da quando inizia a funzionare il Nido e la Materna all’interno dell’Associazione stessa, si ha la possibilità di intervenire con i più piccoli in modo più incisivo.

 

 

L’Associazione individua o riceve le richieste ed elabora un elenco di priorità secondo una valutazione dello stato di necessità e dell’urgenza. Poi rimane in attesa di adesioni tramite le quali poter aiutare questi bambini. Succede spesso che i casi non possono attendere di avere un’adesione, sia per la gravità o perché il bambino rischia di perdere l’anno scolastico. In questi casi ed in attesa di un “Padrino Escolar” l’Associazione, tramite un fondo per le emergenze, provvede in via provvisoria agli aiuti necessari. I destinatari beneficiari delle adozioni possono essere bambini piccoli da un anno e mezzo o ragazzi che hanno bisogno di un forte sostegno per finire il ciclo dell’obbligo. In alcuni casi i ragazzi vengono aiutati a proseguire studi universitari. Tutti  vengono seguiti nella loro formazione dai volontari dell'Associazione (quasi tutti sono docenti, alcune direttrici di scuola, psicologhe, pedagogiste, assistenti sociali, ecc) per fare in modo che possano trarre profitto da questa opportunità e possano veramente formarsi.

 

 

Con il contributo versato da un "Padrino Escolar" viene coperta l'iscrizione alla scuola, il materiale scolastico completo dai libri ai quaderni, il vestiario completo (cioè vestiario anche per la pioggia, per lo sport, ecc), il trasporto; i bambini durante l'anno vengono portati in luoghi d'interesse, viene dato loro un rinforzo alimentare durante le tante attività che si svolgono nella struttura ( ripetizioni, manualità, ceramica, scacchi, danza e musica, inglese, informatica, pittura, ecc). Vi è poi la colonia estiva che si cerca di organizzare durante il mese di gennaio. I bambini vengono seguiti a livello sanitario da un medico volontario che effettua una visita periodica per prevenire malattie derivando i casi urgenti negli ospedali. Visita odontoiatrica periodica e trattamento di prevenzione. Viene data una busta di alimenti non deperibili ad ogni famiglia per migliorare l'alimentazione anche a casa. Viene creato un fondo per emergenze, soprattutto sanitarie.

 

 

In questi anni, grazie a questo lavoro a stretto contatto con la comunità e grazie alle tante attività che si svolgono nei diversi moduli edilizi, l’Associazione è diventata un punto di riferimento ed un polo di aggregazione  in questa zona che non ha una storia o un’ identità perché le famiglie vengono da altre province o dai paesi limitrofi in cerca di lavoro. In questa situazione di marginalità geografica e socio-economica, hanno trovato gli strumenti dove conoscersi e dove ricostruire i presupposti di una comunità civile e solidale.

 

Ogni contribuzione riguardante donazioni e adozioni a distanza dall’Europa, viene raccolta e gestita dall’Italia ed i fondi raccolti nel nostro conto corrente vengono inviati periodicamente in Argentina.

 

 

La contribuzione per un'adozione è di 400 euro l'anno, che si possono versare anche mensilmente (33,50 euro). Esiste anche la possibilità di aderire con la formula di adozione condivisa, cioè versando la metà (200 euro) per condividere con un'altra persona che ha scelto questa modalità per l'adozione a distanza del bambino (anche mensilmente 17,00 euro).

 

A chi decide di aderire viene solo chiesto (vedi modulo di adesione) se accetterebbe di adottare anche un bambino con handicap, o se per qualche motivo personale ha delle preferenze di età o sesso (per esempio desiderare di avere in adozione un bimbo coetaneo con i propri figli per poter stabilire un migliore rapporto tra loro). L’Associazione in questi casi cercherà di venire incontro a questa preferenza che non è vincolante ed in ogni caso si sceglie il beneficiario in base alle priorità come prima indicato. Viene anche chiesto se per qualche motivo desidera rimanere anonimo, anche se è desiderabile (perché questo contribuisce ulteriormente alla crescita del bambino) che la persona, tramite l'Associazione, stabilisca un rapporto affettivo con il bimbo.

 

 

Una volta stabilita l'adozione vengono convocati i genitori i quali firmano una specie di compromesso dove vengono stabilite certe regole di comportamento che devono rispettare (per esempio far sapere subito se il bambino non sta andando a scuola per qualche motivo). Lo stesso compromesso viene stipulato con la scuola e con l'insegnante che s'impegna a compilare regolarmente una scheda stilata dall'Associazione, dove informa sulla situazione di apprendimento dell'alunno in maniera che i docenti volontari possano intervenire dove ci siano difficoltà. L’inadempienza di questo impegno può essere motivo di perdita dei benefici dell’adozione a distanza.

 

 

In Italia riceviamo periodicamente (almeno due volte l’anno, ma dipende dal rapporto che si viene a creare con il tempo) buste con letterine, pagelle, notizie di ogni genere, foto, disegni dei bambini, ecc. corrispondenza che abbiamo cura di tradurre e smistare ad ogni padrino/madrina. Riceviamo anche dei brevi rapporti riguardo la situazione familiare e del bambino in generale, specialmente se si presenta qualche problematica nuova.

 

I padrinos ricevono anche informazioni generali sull’andamento del progetto e sulle nostre iniziative in Italia per dare supporto all’attività in Argentina.

 

Un'altra cosa importante: i fondi versati vengono gestiti totalmente dall'Associazione. In nessun modo vanno dati dei soldi alle famiglie ma è l'Associazione ad occuparsi di far avere il necessario. Anche eventuali contributi extra (per esempio per regali di compleanno o donazioni per aiutare la situazione famigliare) vengono gestiti sempre dall’Associazione  in modo da acquistare direttamente quanto richiesto o ritenuto veramente necessario al bambino dentro il contesto socio-culturale dove il bambino si trova.

 

 

Per aderire la preghiamo di stampare il modulo allegato, compilarlo e firmarlo, ed inviarlo per fax al n° 0699938299 . Daremo tempestiva comunicazione all'Associazione in Argentina che procederà a scegliere il bambino/giovane. Dopo di che faremo da tramite, intervenendo per agevolare la comunicazione, tradurre i messaggi, raccogliere ed inviare il denaro, ricevere, inviare corrispondenza, ecc.

 

 

Siamo a vostra disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti in modo epistolare o tramite la nostra mail o anche telefonicamente.

 

 

In Italia:

La Macchina dei Sogni,  piazza Augusto Albini, 5  00154 - Roma e-mail lamacchinadeisogni@fastwebnet.it  tel 065133839 fax: 0699938299

 

In Argentina:

La Máquina de los Sueños, Calle 148 entre 35 y 36 - La Plata 1900 ­ Argentina Tel. 0054 221 479 02 65

email lamaquinadelosuenos@yahoo.com.ar